L’Associazione Sportiva Dilettantistica Scuola Viva ha l’obiettivo di sviluppare attività sportive, in particolare nelle discipline legate alle attività equestri. La ASD Scuola Viva organizza inoltre manifestazioni sportive, promuove attività didattiche e sviluppa nuove metodologie per migliorare l’organizzazione e la pratica dello sport: in particolare la ASD Scuola Viva realizza attività con gli animali, asini e cavalli, che rappresentano un ottimo supporto alle terapie psicologiche, psicomotorie e logopediche.

 

La ASD Scuola Viva

La nostra Associazione è nata con l’obiettivo di avvicinare ai cavalli e agli asini, bambini e ragazzi con disabilità o che vivono una condizione di disagio, accogliendoli in uno spazio totalmente demedicalizzato e soprattutto confortevole, sereno e inclusivo.

Le nostre attività con gli animali si differenziano in base alle singole esigenze degli utenti, spaziando da interventi puramente riabilitativi sino alla realizzazione di attività ludico-educative. L’Associazione presta grande attenzione all’avvicinamento dei bambini e ragazzi con disabilità alle attività con i cavalli dedicando loro spazi e tempi adeguati e proponendo cavalli particolarmente docili.

Mettiamo al centro dei nostri progetti la costruzione di un’empatia con gli animali, che diventa particolarmente significativa nel caso di persone con difficoltà relazionali e comunicative (disabilità cognitive, minorazioni sensoriali, disturbi dello spettro autistico), persone che, con l’ausilio del cavallo, possono sviluppare sensibilmente le loro abilità residue.

Tutti i programmi sono improntati a far crescere l’amore ed il rispetto verso la natura e gli animali, a partire dalla cura e dalla preparazione del cavallo stesso: bambini e ragazzi che partecipano alle nostre attività imparano non solo ad andare a cavallo, ma anche a capirne il linguaggio, ad accudirlo, pulirlo e sellarlo.

Associazione Sportiva Dilettantistica "Scuola Viva"

Quali obiettivi si possono raggiungere?

I benefici delle attività con gli animali e in particolari con i cavalli, sono confermati sin dalle epoche remote quando Ippocrate consigliava lunghe cavalcate in sella per sconfiggere l’insonnia e Galeno vedeva nelle attività a cavallo un valido mezzo per riabilitare alcune patologie neurosensoriali. La “terapia con il mezzo del cavallo” ha come scopo quello di indurre miglioramenti funzionali, psichici e motori attraverso l’attento uso dei numerosi stimoli che si realizzano nel corso dell’interazione persona-cavallo. Tante sono le patologie che posso beneficiare di questo approccio, dall’autismo ai disturbi neuromotori e altrettanti sono i benefici, tra i quali:

  • migliorare l’autonomia personale
  • consentire alle persone con disabilità di svolgere un ruolo attivo
  • migliorare la sensibilità personale
  • offrire occasione di socializzazione
  • accrescere il livello di autostima
  • riuscire a migliorare le proprie capacità di coordinazione e di rilassamento
  • migliorare i livelli di attenzione, di concentrazione ed espressività

Quale è il modello a cui si ispira l’Associazione Sportiva Scuola Viva per questa attività?

La ASD Scuola Viva ha identificato tre parole chiave intorno alle quali ruota il suo progetto: comunicazione, relazione e partecipazione. Tre tappe di un percorso che consenta all’utente, bambino, adolescente o giovane, di far emergere le proprie risorse, apprendere nuove autonomie e accrescere l’autostima, manifestando emozioni, utilizzando l’apparato sensoriale, cognitivo e motorio, realizzando un contatto significativo con gli animali.

La comunicazione con l’animale (cavallo o asino) è alla base di tutto. Una comunicazione fatta soprattutto di esperienze sensoriali e di rispetto reciproco. Nel nostro modello di comunicazione con il cavallo, che ribalta quello tradizionale che vede l’uomo controllare solo con la forza gli animali e comunicare usando il linguaggio umano, vogliamo offrire la possibilità di stare e comunicare con il proprio animale, utilizzando il suo linguaggio e l’elevato sviluppo dei suoi sensi, il movimento del corpo, il tono della voce, l’equilibrio, la respirazione … ma anche dei momenti di puro relax godendo solo della reciproca vicinanza.

La relazione con l’animale è nella nostra esperienza un percorso lungo, che partendo da una buona comunicazione arriva alla costruzione di un rapporto di fiducia in grado di attivare le risorse di chi segue le nostre attività. Un percorso relazionale che si può completare nonostante le limitazioni cognitive, sensoriali, fisiche e sociali. Entrare in relazione con il “proprio” animale, prendersene cura, proiettare su di lui idee e fantasie, manifestare i propri stati emotivi alleggerendo così il peso delle proprie fragilità e limiti, attiva nelle persone uno stato di benessere e salute.

Con il termine partecipazione, infine, intendiamo proprio il “lavoro” che viene fatto quando si va o si sta con il cavallo. Prendersene cura, pulirlo, sellarlo, dargli da mangiare, consente agli operatori di lavorare sulla costruzione dello schema corporeo, di effettuare azioni in sequenza, di potenziare l’uso del linguaggio verbale se presente, o sviluppare il linguaggio non verbale, sollecitare la manualità fine, allungare i tempi di attenzione, entrando gradualmente in una stretta relazione corporea con l’animale. Salire sul cavallo non solo è un grande rinforzo per l’autostima ma anche un’occasione per lavorare sull’equilibrio e la percezione del nostro corpo. Guidare il cavallo prevede una serie di azioni complesse che richiamano funzioni cognitive e motorie, emotive, sociali e di comportamento come nel rispetto delle regole.

Dove e in quali orari si possono seguire le attività?

La ASD Scuola Viva ha gli spazi giusti, le competenze professionali e la indispensabile esperienza per realizzare quella che molti chiamano Ippoterapia ma che correttamente si definisce “Terapia Assistita con gli Animali” o “Educazione Assistita con gli Animali” presso il nostro Centro in Via Crespina, 30 a Roma.

E’ possibile seguire questa attività, privatamente, tramite la ASD Scuola Viva, ogni pomeriggio, dalle 15 alle 18, dal lunedì al venerdì. Le attività hanno una durata media di un’ora e sono rivolte a bambini, adolescenti e giovani.

Per poter attivare una TAA o EAA personalizzata è necessario contattare il Centro: gli esperti di Scuola Viva dopo un primo contatto con coloro che si candidano a seguire questa attività e con i loro familiari, daranno seguito a un incontro gratuito di “osservazione” prima di iniziare il percorso vero e proprio.

È necessario il vaccino antitetano, possedere un casco da cavallerizzo (cap) e vestirsi con un abbigliamento adeguato (pantaloni lunghi e scarpe adatte).

Le attività si svolgono dal 15 settembre al 15 luglio. Agli interessati si richiede un impegno per l’intero periodo.  Per maggiori informazioni si può contattare la Segreteria di Scuola Viva.

 

Staff

Letizia Lanni (Educatore Professionale, Responsabile Progetto E.A.A. e Referente Intervento E.A.A.)

Dott.ssa Mariarosaria Pesce (Psicologa e Psicoterapeuta in formazione per Responsabile Progetto T.A.A.)

Francesca Appennini (Coadiutore Cavallo I.A.A.)

Anna Marchetti (Coadiutore Cavallo I.A.A.)

Giulia Patriarchi (Coadiutore Cavallo e Asino I.A.A.)

Federico Mazzara (in formazione per Coadiutore Cavallo e Cane)

Fabrizio Gennenzi (In formazione per Responsabile Benessere Animali)

Dott.ssa Magali Di Biasi (Medico Veterinario I.A.A. collaboratore esterno)

 

 

 

Associazione Sportiva Dilettantistica Scuola Viva

Sede: Via Crespina, 35 – 00146 Roma

Tel. 06-5500915

C.F. & P.IVA – 10997171003