Il tirocinio è una delle fasi di apprendimento più importanti per uno studente che vuole cogliere l’opportunità di mettere in pratica ciò che a volte è scritto solo sui libri. Scuola Viva crea opportunità di tirocinio per tutti gli studenti animati dal desiderio di conoscenza, dalla curiosità e dalla voglia di imparare.

La distanza fra formazione e lavoro è una delle cause principali di scollamento fra questi mondi, e si traduce in percorsi di transizione molto lunghi e difficili. Con il nostro impegno vogliamo consentire di verificare – a chi lo desidera – se realmente un determinato lavoro corrisponde ai suoi interessi, offrirgli la possibilità di imparare alcune delle abilità che gli serviranno per una futura carriera, acquisire una vera consapevolezza professionale, comprendendo quali sono i suoi punti di forza e quali i suoi limiti.

Le Convenzioni di Scuola Viva

I tirocini di formazione e orientamento sono regolati dalla legge n. 196 del 24 giugno 1997. Nel regolamento attuativo della legge citata si precisa che “al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro, sono promossi tirocini formativi e di orientamento a favore di soggetti che abbiano già assolto l’obbligo scolastico ai sensi della legge 31 dicembre 1962, n. 1859”.

Il tirocinio è un periodo di formazione presso un’azienda o un ente o una associazione come la nostra; non si tratta di un rapporto di lavoro ma di uno strumento creato per favorire l’orientamento al lavoro, l’arricchimento delle conoscenze, l’acquisizione di competenze professionali e l’inserimento lavorativo.

Tra le principali Università con cui l’Associazione Scuola Viva Onlus ha stipulato negli ultimi anni convenzioni:

  • Università degli Studi Roma Tre
  • Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
  • Università di Pisa, Dipartimento di Scienze Veterinarie
  • Libera Università Maria Santissima Assunta

Come seguire un tirocinio presso Scuola Viva

La prima cosa da fare è accertarsi che esista una Convenzione tra l’Università che si frequenta e l’Associazione Scuola Viva Onlus. Tramite la propria università e il docente, Tutor universitario, che segue i tirocini si può quindi avviare la procedura per l’accesso al Progetto Formativo e di Orientamento.

Precisiamo che il soggetto promotore è il soggetto che promuove il tirocinio, cioè che assolve a tutti gli oneri burocratici previsti dalla normativa per attivarlo; nel nostro caso l’Università. Il soggetto ospitante è il soggetto che accoglie lo stagista, cioè l’Associazione Scuola Viva Onlus. Deve mettere a disposizione un tutor che segua con costanza lo stagista, trasferendo conoscenze e competenze e supervisionando la sua formazione “on the job”.

Modalità di svolgimento e obiettivi formativi del tirocinio

Un tirocinio valorizza la preparazione di giovani professionisti, con l’obiettivo di consentire, a chi ha studiato per anni, di mettere a frutto il prima possibile la teoria appresa, integrandola con conoscenze pratiche ottenute proprio grazie al periodo di formazione sul campo.

Coloro che scelgono di seguire un tirocinio presso Scuola Viva sono affiancati da un Tutor, in genere il Coordinatore, che seguirà gli obiettivi formativi e le modalità di svolgimento delle attività, e sarà anche affiancato da un Educatore Professionale con significativa esperienza che lo renderà partecipe di tutte le attività del Centro e del suo ruolo. In genere i tirocinanti una volta giunti a Scuola Viva vengono indirizzati al settore Semiresidenziale “disabilità intellettive”, per seguire progetti di riabilitazione per giovani e adulti, con l’obiettivo di migliorarne l’autonomia personale, l’autostima e favorire la partecipazione sociale.

Obblighi del tirocinante

Il tirocinante durante il periodo di presenza presso la nostra Associazione è tenuto a:

  • Svolgere le attività previste dal progetto formativo e di orientamento;
  • Rispettare le norme in materia di igiene, sicurezza e salute sui luoghi di lavoro;
  • Seguire le indicazioni dei tutor e fare riferimento a loro per qualsiasi esigenza di tipo organizzativo;
  • Mantenere la riservatezza sui dati e informazioni acquisiti durante lo svolgimento del tirocinio.
"Uno sguardo altrove" – meridiana in lavorazione – 2016 - Concorso un’opera per il Castello Sant'Elmo di Napoli - Laboratorio Arte settore semiresidenziale Scuola Viva