Riabilitazione Ortopedica

Il gomito è l’articolazione che contribuisce ad orientare la mano nello spazio nelle prese fini e a stabilizzare l’arto superiore durante i movimenti di sollevamento, trasporto, spinta e lancio. È un’articolazione molto complessa da un punto di vista biomeccanico. Ce ne parla in questo approfondimento per il nostro Blog, il Dr. Massimo Cerciello, medico fisiatra dell’Associazione Scuola Viva Onlus.

Il gomito e il recupero dell’articolarità

Il gomito è un’articolazione caratterizzata in prevalenza da movimenti flesso-estensori e parzialmente da quelli prono – supinatori dell’avambraccio; è quindi più predisposta, dopo immobilizzazioni prolungate, a condizioni di rigidità capsulo – legamentose. Per questo motivo è molto importante la sua mobilizzazione precoce, sia dopo la rimozione delle tutele gessate che dopo gli interventi chirurgici.

Il gomito, compartecipa inoltre, insieme al polso, al radio ed all’ulna ai movimenti prono – supinatori dell’avambraccio. La fase delle tutele funzionali, tipo gomitiere elastiche rinforzate dopo dei traumatismi deve essere quindi ridotta il più possibile alfine di non sacrificare il completo recupero dell’articolarità, raggiungibile con un precoce trattamento fisioterapico.

Tendiniti e borsiti

Differente discorso è quello che avviene in caso di infiammazioni di tendini (tendiniti) e di borse mucose (borsiti); per queste patologie, è più frequente l’adozione di fasce per epicondiliti / epitrocleiti che comprimono localmente e supportano la muscolatura, ma non immobilizzano completamente il gomito. Il tutto per lo stretto tempo necessario in cui l’azione di una opportuna fisioterapia strumentale antalgica ed un idonea azione di cauto stretching muscolare dei muscoli flessori ed estensori lunghi dell’avambraccio, consenta un recupero dell’articolarità in fase attiva ed il ripristino dell’attività quotidiana e sportiva.

Il nostro Centro di Riabilitazione

Scuola Viva onlus è un Centro di Riabilitazione Territoriale (Riabilitazione estensiva e di mantenimento ex articolo 26 della Legge 833/78) autorizzato e accreditato con il Servizio Sanitario Regionale del Lazio con il decreto n. U00026 del 10 febbraio 2014.

La riabilitazione è un processo volto alla soluzione di problemi e di educazione, nel corso del quale si porta una persona con disabilità a raggiungere il miglior livello di vita concepibile sul piano fisico, funzionale, sociale, emozionale, affettivo e relazionale, con la minor restrizione possibile delle proprie scelte operative, pur nell’ambito dei limiti della menomazione e delle risorse disponibili.

Per informazioni sull’iter di accesso alla Riabilitazione presso Scuola Viva Onlus si rimanda alla apposita sezione di questo sito: Accoglienza .

I progetti di Scuola Viva

La riabilitazione ortopedica di Scuola Viva, accoglie persone che necessitano di riabilitazione ortopedica, per la presenza di disabilità successive ad una importante alterazione acuta o cronica dell’apparato muscolo-scheletrico. Scuola Viva si avvale di una équipe di medici fisiatri, fisioterapisti, psicologi e assistenti sociali, palestre attrezzate e strumentazioni specifiche per la rieducazione e la riabilitazione motoria. I progetti di riabilitazione ortopedica proposti si svolgono in regime ambulatoriale o domiciliare.

Il braccio è l’arto che ci permette di compiere le attività basilari della vita quotidiana. Un dolore che ne limita la funzionalità può pertanto compromettere seriamente la qualità della vita. Nel precedente articolo, che trovate qui, abbiamo parlato anche della spalla.

Termini correlati all’articolo:

> La fisioterapia strumentale è la branca della medicina riabilitativa che utilizza a scopo terapeutico varie forme di energia fisica. Utilizzata da sola o in associazione con terapie manuali, ha come obiettivo primario quello di ridurre la sintomatologia dolorosa.

> L’epicondilite laterale è una delle patologie più comuni a carico del gomito. Conosciuta anche come “gomito del tennista” per via degli studi effettuati già nel 1883 da Major su un gruppo di tennisti che presentavano un dolore molto simile a livello del gomito. È una condizione infiammatoria che potrebbe essere più accuratamente descritta come un processo degenerativo riguardante i tendini del comparto estensorio che prendono origine nella parte laterale del gomito.

Cerciello
Dr. Massimo Cerciello - Associazione Scuola Viva Onlus